top of page

Quaresima 2023


Il messaggio di Don Maurizio in occasione della Quaresima...


Carissimi tutti

La Quaresima di quest’anno inizia proprio con l’anniversario della guerra in Ucraina.

Il nostro Arcivescovo ci rivolge un appello perché tutti noi attraverso la preghiera il digiuno e l’appello ai grandi della terra possiamo essere costruttori di pace.


Prima di lasciare la parola al Vescovo voglio ricordarvi alcuni importanti appuntamenti di questo Tempo quaresimale:


Le nostre 3 parrocchie insieme propongono un momento molto importante di ASCOLTO DELLA PAROLA con 3 incontri sul libro dell’Apocalisse tenuti da Don Claudio Doglio al Cinema Ariosto alle ore 21.00 dei martedì 28 febbraio, 7 e 14 marzo. Forse questo stesso progetto potrebbe essere vissuto come un “fioretto” quaresimale certamente efficace.


Il LIBRETTO PER LA PREGHIERA DI OGNI GIORNO. Che potete trovare in chiesa la prima domenica di Quaresima.


Un bellissimo INCONTRO MUSICALE TRA CORO E ORGANO in preparazione alla Pasqua dal titolo “Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo” venerdì 10 marzo alle ore 20.30 in Santa Maria Segreta


Mentre venerdì 24 Marzo celebreremo insieme la Messa solenne della VIGILIA DELL’ANNUNCIAZIONE del Signore nei vesperi.


Un progetto per vivere la nostra Quaresima di FRATERNITÀ E SOLIDARIETÀ. Abbiamo incontrato infatti don Abramo, un sacerdote del Camerun che per 9 anni è rimasto qui da noi nella parrocchia di Gesù Buon Pastore. Ora è ritornato nella sua terra dove ha una parrocchia il cui territorio è grande come il Belgio. Ci chiede un aiuto perché non ha una scuola. Vogliamo insieme alle altre parrocchie aiutare don Abramo a COSTRUIRE QUESTA SCUOLA CON UNA RACCOLTA DI OFFERTE straordinaria domenica 12 marzo.


Gli appuntamenti sono molti per vivere bene questo tempo “favorevole” come dice San Paolo. Partecipiamo insieme a questo cammino importante dell’anno liturgico che, attraverso le liturgie domenicali, (pregheremo per la pace con la preghiera del vescovo ogni domenica) ci guida alla riscoperta del nostro Battesimo nella solenne VEGLIA PASQUALE dove una Signora adulta diventerà cristiana.


Lascio ora la parola al Vescovo che dice:

Noi vogliamo la pace. I popoli vogliono la pace. I poveri vogliono la pace. I cristiani vogliono la pace. I fedeli di ogni religione vogliono la pace. E la pace non c’è.

E coloro che decidono le sorti dei popoli decidono la guerra, causano la guerra. E dopo averla causata non sanno più come fare per porre fine alla guerra. Non possono dichiararsi sconfitti. Non possono vincere annientando gli altri.

In queste vie senza uscita che tormentano tanti Paesi del mondo, umiliano la giustizia e distruggono in molti modi le civiltà, le famiglie, le persone e gli ambienti, che cosa possiamo fare? Dichiariamo la nostra impotenza, ma non possiamo lasciarci convincere alla rassegnazione. Noi crediamo che Dio è Padre di tutti, come Gesù ci ha rivelato. Crediamo che Dio manda il suo Santo Spirito per seminare nei cuori e nelle menti di tutti, compresi i potenti della terra, pensieri e sentimenti di pace e il desiderio struggente della giustizia.

Per questo propongo che nella Diocesi di Milano si viva la Quaresima come tempo di invocazione, di pensiero, di opere di penitenza e di preghiera per la pace. Coltiviamo la convinzione che solo un risveglio delle coscienze, della ragione, dello spirito può sostenere i popoli, i governanti e gli organismi internazionali nel costruire la pace.

Quanto all’invito alla conversione, invito tutti a condividere, a sottoscrivere e a far sottoscrivere – a partire dalla prima domenica di Quaresima e fino alla domenica delle Palme – l’appello che sarà reso disponibile online su questo portale . Questo gesto simbolico possa tramutarsi nell’assunzione di un impegno concreto per un percorso penitenziale. Mi propongo, alla fine della Quaresima, di raccogliere le adesioni e di farle pervenire alle autorità italiane ed europee.


Quanto alla penitenza invito tutti a vivere l’intera Quaresima come tempo di penitenza secondo le forme praticabili. In particolare a questa intenzione orienteremo il digiuno del primo venerdì della Quaresima ambrosiana, il 3 marzo. E invito chi può e lo desidera a condividere con me la preghiera e il digiuno in Duomo, dalle 13 alle 14, come forma simbolica per esprimere un proposito che ispiri il tempo di Quaresima.


Quanto alla preghiera propongo che in ogni occasione opportuna condividiamo la seguente invocazione per la pace.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo, Padre nostro, noi ti preghiamo per confidarti lo strazio della nostra impotenza: vorremmo la pace e assistiamo a tragedie di guerre interminabili! Vieni in aiuto alla nostra debolezza, manda il tuo Spirito di pace in noi, nei potenti della terra, in tutti.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo, Padre nostro, noi ti preghiamo per invocare l’ostinazione nella fiducia: donaci il tuo Spirito di fortezza, perché non vogliamo rassegnarci, non possiamo permettere che il fratello uccida il fratello, che le armi distruggano la terra.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo, Padre nostro, noi ti preghiamo per dichiararci disponibili per ogni percorso e azione e penitenza e parola e sacrificio per la pace. Dona a tutti il tuo Spirito, perché converta i cuori, susciti i santi e convinca uomini e donne a farsi avanti per essere costruttori di pace, figli tuoi.

133 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page