Parrocchia S. M. Segreta in Milano:        Dove siamo        Orario SS. Messe         Contatti          Facebook!

Accesso utente

S.O.S. Doposcuola ...

 

Con la fine dell’anno scolastico o, meglio, con la conclusione definitiva degli esami la grande aula riservata al doposcuola con i suoi larghi tavoli sgombri e quell’improbabile silenzio pare sospesa nel vuoto che rimarca l’assenza dei giovani corpi e delle loro chiacchiere. Tutto questo tornerà presto, molto prima di quanto non ci venga da pensare. Allora noi insegnanti del doposcuola, tutti volontari, ce la dovremo vedere con il più importante dei nostri problemi che è quello di essere in numero troppo esiguo rispetto alle necessità richieste dagli alunni che desiderano ricorrere al nostro aiuto.

A volte un volontario deve seguire due o più ragazzi che si stanno cimentando con materie diverse, magari geometria, inglese o la stesura di una tesina di scienze. Naturalmente fra noi funziona un sistema di mutuo soccorso per cui qualora in difficoltà ciascuno di noi si sente libero di ricorrere alla cordiale aiuto di un collega più esperto. I ragazzi sono generalmente frequentatori delle classi medie inferiori e dei primi anni delle superiori. Il nostro appello affinché altri volontari, meglio se ex insegnanti, si uniscano a noi vuole essere inizialmente un invito a venirci a trovare per meglio rendersi conto di come si svolge la nostra attività.

Di rimando possiamo assicurare un’attività ricca di gratificazione personale e collettiva di gruppo. Il doposcuola è attivo tre pomeriggi la settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle 15 alle18. Non è obbligatoria una presenza continuativa per cui chi ha la possibilità di darci una mano anche un solo pomeriggio la settimana ci offre un dono comunque prezioso.

Referenti

Valeria Boldrini   338 10 96 551
Antonietta Frova     333 85 45 762

 

 

 

 

La Parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall’Eucaristia. Essa è il luogo della pastorale quotidiana, grazie alla quale la fede può diventare accessibile a tutti e a ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere “la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e della sua figlie e che vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi, diventando la casa aperta a tutti e al servizio di tutti” (Giovanni Paolo II).

SINODO DIOCESANO 47°, 1995, §135-136