Parrocchia S. M. Segreta in Milano:        Dove siamo        Orario SS. Messe         Contatti          Facebook!

Sito Internet. Redazione



 
Il Sito internet parrocchiale www.santamariasegreta.it intende essere uno strumento di comunicazione e un luogo di incontro “virtuale” tra tutte le persone che a va­rio titolo frequentano e vivono nella nostra Comunità. Vi si possono trovare le informazioni circa le diverse atti­vità parrocchiali, e insieme un costante aggiornamento circa le novità e le iniziative proposte.

Responsabili
Franco Candiani, franco.candiani@gmail.com
Giorgio Fragiacomo; giorgio.fragiacomo@fastwebnet.it
Matteo Fancello, matteo.fancello@gmail.com, Web Site Administrator

Caratteristiche del volontario
Passione per i moderni media informatici, per la notizia e per la scrittura.

Attività
Chiunque può partecipare e collaborare col sito in due modi: segnalando notizie da inserire nel sito e/o inviando contri­buti alle rubriche di dialogo, confronto, informazione.
Segui queste brevissime istruzioni: scrivi un testo su un fo­glio normale o stampa un volantino e consegnalo alla Segre­teria Parrocchiale; se hai un computer / tablet / smartphone scrivi un testo su una pagina WORD creando un file di ti­po .doc, ed invia il file direttamente a:
redazione@santamariasegreta.it.
 

 

 

 

 

La Parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall’Eucaristia. Essa è il luogo della pastorale quotidiana, grazie alla quale la fede può diventare accessibile a tutti e a ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere “la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e della sua figlie e che vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi, diventando la casa aperta a tutti e al servizio di tutti” (Giovanni Paolo II).

SINODO DIOCESANO 47°, 1995, §135-136