Parrocchia S. M. Segreta in Milano:        Dove siamo        Orario SS. Messe         Contatti          Facebook!

Preparazione al matrimonio

 

I “percorsi” di preparazione al matrimonio cristiano.

Viviamo in un tempo in cui quello che acquistiamo, sempre più sofisticato sotto il profilo tecnologico, è accompagnato da impegnative istruzioni per l’uso. Ci si trova invece meno forniti di guide per orientarci dinanzi agli imbocchi di percorsi personali in cui occorre mettere in gioco l’energia affettiva e la sapienza spirituale. L’intuizione e l’esperienza appaiono indispensabili, ma non sono sufficienti. Alla coppia fa bene un ampio e fraterno esercizio di confronto.

La decisione di sposarsi non è certo tra le minori nel corso della vita: tanto più quando si è consapevoli che in essa sono in giuoco non solo implicazioni sociali tutt’altro che lievi, ma anche – soprattutto per una sensibilità cristiana – una “parola” di profondo respiro e di decisivo orizzonte.

Le parrocchie, dinanzi a quei giovani che nella loro raggiunta maturità si affacciano al matrimonio, intendono mostrare che la comunità cristiana è consapevole di poterli accogliere nel tratto decisivo della loro scelta con l’invito a un dialogo fraterno e intelligente circa la qualità buona del patto e del cammino coniugale “benedetti da Dio”:e questo proprio in un tempo in cui nulla è dato per scontato, e per molti aspetti tutto sembra offuscare l’affidabilità di una progetto di vita famigliare.

Ogni parrocchia istituisce ogni anno alcuni di questi “percorsi”. Essi sono strutturati con la presenza di esperti nelle diverse tematiche famigliari ma soprattutto nel clima franco e positivo di uno scambio amichevole e sapienziale.

La frequenza a questi “percorsi” viene alla fine “attestata”, così che il documento comprovante la partecipazione possa essere consegnato alla parrocchia dove la coppia fa riferimento per l’istruttoria di matrimonio.

Presso la Parrocchia di Santa Maria Segreta ogni anno si offrono a scelta due percorsi: il primo nel mese di febbraio, il secondo nel mese di ottobre.

Don Gianfranco Poma

 

 

 

 

 

La Parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall’Eucaristia. Essa è il luogo della pastorale quotidiana, grazie alla quale la fede può diventare accessibile a tutti e a ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere “la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e della sua figlie e che vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi, diventando la casa aperta a tutti e al servizio di tutti” (Giovanni Paolo II).

SINODO DIOCESANO 47°, 1995, §135-136